Osteopatia Pettenon | Vertigini
412
page-template-default,page,page-id-412,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-17.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Vertigini

vertigini

Capiamo insieme cosa significa e quali sono i sintomi principali

Le vertigini, e in generale tutti i problemi di instabilità, costituiscono un motivo di consultazione frequente in uno studio osteopatico. Si tratta di un’alterazione della percezione dell’individuo, che causa la sensazione illusoria di movimento del soggetto rispetto all’ambiente o viceversa. Poiché potrebbero essere relazionate a numerosi disturbi e/o patologie, in presenza di questi sintomi -soprattutto se continui e se gli episodi si ripetono di frequente-, è importante sottoporsi a una valutazione medica approfondita per escludere possibili complicanze. Quasi nella metà dei casi di vertigine, però, non si trova nessuna causa medica accertata; di fatto le crisi vertiginose sono spesso date dalla somma di molteplici disfunzioni che, nel loro insieme, provocano un’alterazione del complesso sistema che regola l’equilibrio. L’osteopatia, tramite il suo approccio globale, considera e valuta proprio tutti questi fattori disfunzionali che concorrono nella genesi della vertigine: in particolar modo le alterazioni cranio-mandibolari, viscerali, le tensioni muscolari e legamentose e le disfunzioni vertebrali. Grazie all’osteopatia, una volta escluse le cause di pertinenza medica, è pertanto possibile ridurre, e spesso risolvere completamente, questo fastidioso disturbo.